Arterial Hypertension and Vascular Biology

Coordinatore: 
Padova Prof. Gian Paolo Rossi - Roma Prof. Claudio Letizia

 

Obiettivi:
L'ipertensione arteriosa (IA) è il maggior fattore di rischio cardiovascolare in tutti i paesi industrializzati, perché la sua prevalenza è assai elevata: essa colpisce tra il 25% e il 38% della popolazione adulta del nostro Paese ed in Europa. Attraverso le sue complicanze (infarto miocardico, ictus, scompenso cardiaco e insufficienza renale) l’ipertensione arteriosa è la principale causa di morbilità e mortalità cardiovascolare e invalidità prematura. Nonostante ciò, lo stato di controllo dell’IA é assai deludente in tutto il mondo principalmente per l'inadeguata conoscenza del problema “Ipertensione” nella popolazione e per le tuttora scarse conoscenze sui meccanismi patogenetici. A ciò contribuisce certamente la carenza di figure professionali con competenze specifiche nel campo dell'IA e della Biologia Vascolare, che deriva dal fatto che in Europa non esistono programmi di formazione specialistica post­lauream in questo settore. Ciò si traduce in una grave carenza di medici e ricercatori con competenze specifiche che possano trovare impiego sia in ambito clinico che nell'industria in questo settore. Allo scopo di colmare queste lacune e contribuire a risolvere questa drammatica carenza, che miete ogni molte vittime, si propone di istituire l’International PhD Course in Arterial Hypertension and Vascular Biology (ARHYVAB). ARHYVAB s’inserirà in un’ampia e consolidata rete di ricerca internazionale, la cui esistenza é testimoniata dalle pubblicazioni dei docenti del Dottorato nell’ambito di vari gruppi di ricerca leader in Europa e nel mondo nel campo dell’Ipertensione Arteriosa e della Biologia Vascolare. Inoltre esso s’integrerà pienamente nell'attività di ricerca del Dipartimento di Medicina Interna e Specialità Mediche, che ha una lunga tradizione di eccellenza nel campo della ricerca sull'Ipertensione Arteriosa. L’ ARHYVAB si propone di formare figure professionali di alta qualificazione con titolo rilasciato congiuntamente dai Rettori delle diverse Università ­Partner. In particolare, ARHYVAB mira a formare 2 tipologie professionali: A) Ricercatori clinici (Clinician­scientists) icon competenze tali da consentirne l’impiego a livello accademico e nell’industria farmaceutica, nella pianificazione, organizzazione, conduzione di trials clinici sull’ipertensione arteriosa e nella diffusione al pubblico dei rispettivi risultati attraverso convegni e pubblicazioni. B) Ricercatori Sperimentali che possano trovare collocazione in ambito accademico e nell’industria farmaceutica, in Italia ed all’estero, nella ricerca sui meccanismi fisiopatologici, cellulari, molecolari e genetici alla base dell’Ipertensione Arteriosa e delle sue complicanze.Tali obiettivi saranno raggiunti attraverso la partecipazione quotidiana, diretta, attiva, e motivata all’attività di ricerca di gruppi internazionalmente noti nel campo della Biologia Vascolare e dell’Ipertensione Arteriosa, sia nell'ambito del Dipartimento di Medicina Interna e Specialità Mediche della nostra Università, sia nei Dipartimenti dei Docenti del Dottorato e sia nei corrispettivi dipartimenti delle Università­Partner. Questi gruppi di ricerca, a loro volta integrati in gruppi di ricerca interuniversitari sono in grado di fornire agli studenti di ARHYAVB la possibilità di interazioni molteplici nell'ambito di queste collaborazioni. Ciò premesso gli obiettivi sono di fornire:

1. Competenze che consentano di pianificare, condurre e analizzare ricerche a livello clinico e sperimentale nel campo dell’ Ipertensione Arteriosa e della Biologia Vascolare.

2. Competenze nel campo della Genetica­ Molecolare e della farmacogenomica dell'Ipertensione Arteriosa, un campo della ricerca che, per sua natura, implica la necessità d'integrazione degli sforzi e delle risorse a livello europeo.

3. Conoscenze atte all’inserimento in gruppi di ricerca nel campo della Farmacologia Cardiovascolare, sia in ambito accademico che nell'industria farmaceutica, particolarmente per quanto attiene lo sviluppo preclinico e clinico di farmaci innovativi.

4. Capacità di pianificare e condurre trials clinici nel campo dell'ipertensione arteriosa. Il programma del Dottorato fornirà nell'arco dei 3 anni una formazione multidisciplinare con competenze idonee a consentire l'immediato inserimento dei Dottorandi in gruppi di ricerca ad alta specializzazione. Sbocchi occupazionali e professionali previsti. Si prevede che i dottori di ricerca diplomati congiuntamente con le Università partner trovino impiego in ambito accademico, in strutture ospedaliere ad alta specializzazione, nell'industria biotecnologica o farmaceutica. L’esperienza fatta sinora in analogo dottorato internazionale congiunto con le Università di Berlino e Danzica ha dimostrato in modo inequivocabile la possibilità di raggiungere questi obiettivi.

Specifiche economiche deliberate per la scuola o il dottorato

Borse Universitarie                        3

Consorzi e Dipartimenti                4

Enti                                                    0

Posti                                                  9

In base alla Convenzione stipulata, una borsa messa a disposizione dall’Università di Maastricht viene bandita direttamente dall’Università stessa.

Pertanto tale borsa non deve essere conteggiata tra quelle messe a bando ma viene erogata direttamente da Maastricht con procedure selettive autonome; a tal fine i candidati potranno scegliere di partecipare alla loro selezione rivolgendosi direttamente a secretariaat-jz@maastrichtuniversity.nl

Procedura concorsuale

Prova scritta tema su argomenti propri dei curriculum del Dottorato lingua della prova: ITALIANO
lingua della prova: ITALIANO
giorno: 04/09/2017 ora: 09:30 aula: Aula B dipartimento di Medicina Interna e Specialità Mediche ­ Ex II Clinica Medica
indirizzo: Viale del Policlinico 155
pubblicazione esito sul sito internet: http://www.dipartimentomedicinainterna.it/didattica/Arterial_Hypertensio...
giorno di pubblicazione dell'esito: 11/09/2017
recapito (telefonico o email): claudio.letizia@uniroma1.it

Prova orale approfondimento sulle tematiche della prova scritta e sugli obiettivi del Dottorato. Prova di Lingua inglese. lingua della prova: ITALIANO
giorno: 20/09/2017 ora: 09:30 aula: Aula B dipartimento di Medicina Interna e Specialità Mediche ­ Ex II Clinica Medica indirizzo: Viale del Policlinico 155
pubblicazione esito sul sito internet: http://www.dipartimentomedicinainterna.it/didattica/Arterial_Hypertensio...
giorno di pubblicazione dell'esito: 20/09/2017 recapito (telefonico o email): claudio.letizia@uniroma1.it

INIZIO CORSI E OBBLIGHI DEI DOTTORANDI

ll corso avrà inizio il 1° novembre 2017.
L’ammissione al dottorato comporta un impegno esclusivo e a tempo pieno. In base all’ International cooperation agreement for the joint phd programme in Arterial hypertension and vascular biology among Maastricht university, the Università degli Studi di Padova and the Sapienza Universita’ di Roma tutti i dottorandi iscritti dovranno svolgere il dottorato in cotutela con la sede di Maastricht e saranno tenuti a trascorrere almeno sei mesi presso tale sede ai fini del rilascio del titolo.
I dottorandi sono tenuti a svolgere le attività relative al piano di ricerca approvato e a presentare al competente organo del Corso, al termine di ogni anno, una relazione riguardante l’attività e le ricerche svolte, nonché, alla fine del corso, la tesi di dottorato con contributi originali. Il deposito della tesi dovrà avvenire secondo le modalità previste dal regolamento di Ateneo per il dottorato di ricerca.
A seguito della valutazione dell’attività svolta dal dottorando, il competente organo del Corso delibera l’ammissione del dottorando all’anno successivo. Con motivata deliberazione, il Collegio dei Docenti può altresì proporre al Rettore l’esclusione dal proseguimento del Corso.

CONSEGUIMENTO DEL TITOLO

Il titolo di dottore di ricerca si consegue con il superamento dell’esame finale di dottorato. Tale esame si svolge mediante un colloquio con il candidato, avente per oggetto la sua tesi che dovrà essere scritta in inglese con un riassunto in italiano.
L’esame finale avrà luogo presso la sede di Maastricht. L’ammissione all’esame finale sarà decisa da un Assessment Committee composta da membri delle sedi partner. Al superamento dell’esame
finale, qualora vengano rispettati i requisiti di entrambe le sedi coinvolte nella cotutela verrà rilasciato un diploma congiunto firmato da entrambi i Rettori e rilasciato da Maastricht.
I dottorandi che non rispettino i requisiti di Maastricht ma soddisfino quelli di Roma e di Padova potranno ottenere il solo diploma italiano.

 

didattica_dipmism@uniroma1.it

Riferimento

Procedura concorsuale 

Criteri di valutazione